Anzio, unica città di Roma Bandiera Blu, dal 1 giugno plastic free e no smoke sulle spiagge - L'Eco Del Litorale | Notizie online








anzio

Anzio, unica città di Roma Bandiera Blu, dal 1 giugno plastic free e no smoke sulle spiagge

Anzio Bandiera Blu e Bandiera Verde: dal 1 giugno, con le ordinanze del Sindaco De Angelis,  le spiagge saranno plastic-free e no-smoke. Il Vicesindaco Fontana: “A breve il nuovo servizio per la differenziata al centro storico”

La Città di Anzio, unica località di mare della Provincia di Roma che, sulle proprie spiagge, vedrà sventolare sia la Bandiera Blu che la Bandiera Verde, in vista della stagione estiva AnzioEstateBlu2019, punterà sulla tutela dell’ambiente per promuovere le bellezze del territorio ed i circa quattordici chilometri di costa che collegano il centro storico con Lavinio e Lido dei Pini.

Sono di questi giorni, infatti, le ordinanze del Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, plastic-free e no-smoke, adottate nel giorno del conferimento della Bandiera Blu 2019.

“Dal 1 giugno, nell’ambito del progetto – viviamo e respiriamo il mare di Anzio Bandiera Blu -, le nostre spiagge – afferma il Vicesindaco con delega all’ambiente, Danilo Fontanasaranno plastic-free, con il divieto di  vendere e distribuire prodotti in contenitori e stoviglie monouso non biodegradabili e no-smoke, con il divieto difumare nelle spiagge libere ed in concessione. L’Ordinanza no-smoke, inoltre, è estesa nelle aree soggette a tutela naturalistica, quali la R.N.R. di Tor Caldara e nei Parchi pubblici e convenzionati, anche al fine di prevenire il rischio di incendi”.

Nell’Ordinanza del Comune di Anzio è altresì fatto divieto di gettare prodotti da fumo, sul suolo e nelle acque, con particolare riferimento anche alle aree soggette a tutela naturalistica e nei Parchi pubblici. I concessionari degli stabilimenti balneari, alla luce di quanto sopra ordinato, potranno eventualmente delimitare apposite aree per i fumatori.

Nell’Ordinanza plastic-free, invece, in  fase di prima applicazione, sarà tuttavia consentito, agli operatori economici, entro e non oltre il 1 luglio 2019, utilizzare e consumare le scorte giacenti nei rispettivi depositi.

Le due Ordinanze prevedono, per i trasgressori, sanzioni amministrative pecuniarie da euro 25,00 ad euro 500,00, ai sensi dell’art. 7 bis del D.lgs. 267/2000.

Sono di questi giorni, inoltre, i provvedimenti dell’Amministrazione per incrementare la raccolta differenziata nei mercati comunali e presso i centri cottura del servizio di refezione scolastica.

“Inoltre – conclude il Vicesindaco Fontana –, a breve, comunicheremo il nuovo progetto per il conferimento dei rifiuti al centro storico, con importanti accorgimenti rispetto al passato e con il potenziamento del servizio in vista della stagione estiva”.



Top