Nettuno, la mamma della ragazza aggredita dai suoi rottweiler, rettifica sulle notizie uscite - L'Eco Del Litorale | Notizie online








copertina

Nettuno, la mamma della ragazza aggredita dai suoi rottweiler, rettifica sulle notizie uscite

Pubblichiamo qui di seguito una rettifica della mamma della ragazza che è stata aggredita nella sua abitazione di Nettuno, dai suoi Rottweiler:

“Sono la mamma della ragazza aggredita da uno dei rottweiler di famiglia lo scorso 7 marzo. Ora che mia figlia è tornata alla sua vita di sempre e che siamo tranquilli riguardo il suo stato di salute , voglio avvalermi del diritto di replica ed esprimere il mio pensiero .

Ho iniziato solo un paio di giorni fa la “rassegna stampa” , perché a me piace parlare e formulare un giudizio solo dopo essermi documentata , e tralasciando i commenti della gente che non meritano il minimo spreco di energie (chi è stupido , stupido rimane) , voglio intervenire riguardo alle notizie che sono state riportate circa l’accaduto.

Mi rendo conto che l’argomento si presta ad essere enfatizzato , ma la superficialità ed il pregiudizio di certo non aiutano a trattare fatti di cronaca delicati come questo.

Ci tengo a precisare quanto segue:

– le ferite (fortunatamente) non sono state gravissime ;

– mio marito non era in casa , e questa mi pare la bugia più infamante ;

– mia figlia è sempre stata vigile , cosciente e collaborativa , non si è mai aggravata ed al Policlinico Gemelli siamo andati con una semplice ambulanza. E’ stata una guerriera che sta superando tutte le sue paure , che è tornata a scuola ed alla sua attività sportiva. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente e con tutto il cuore gli operatori di Pronto Soccorso che l’hanno assistita con amore e competenza , e chiedo che non si parli più di questo “caso”. Si è fatto già abbastanza.
Grazie per lo spazio concessomi.”
G.C.

Per dovere di cronaca le informazioni che abbiamo riportato nell’articolo contestato, sono state prese da fonti ufficiali e da operatori intervenuti sul posto. Se ci sono state delle imprecisazioni, ce ne scusiamo.

 





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi