Editoriale del direttore: PRIMAVERA DI MIRACOLI, DA MARCO A XI, DIFESA DAL FUOCO AMICO, ATLETICA REMEMBER - L'Eco Del Litorale | Notizie online








copertina

Editoriale del direttore: PRIMAVERA DI MIRACOLI, DA MARCO A XI, DIFESA DAL FUOCO AMICO, ATLETICA REMEMBER

Non posso nascondere l’idea che la via della seta costituisca di fatto un omaggio, un riconoscimento allo straordinario primato italico delle idee e delle intuizioni, dei grandi uomini che hanno fatto la storia del progresso nel mondo e quindi in questo caso a Marco Polo. Per noi si tratta di una ripresa di possesso del ruolo fiduciario , che ebbe otto secoli fa colui che fu antesignano delle relazioni con la Cina nella veste di viaggiatore, scrittore, ambasciatore e mercante. Diciamo che il Presidente Xi Jinping ci restituisce la nobiltà del rapporto in termini privilegiati con una visita che non è assolutamente di routine. Solo gli stolti non possono comprendere l’importanza che ha per noi questa occasione, questa straordinaria congiuntura astrale, per cui l’ostracismo di parte americana e l’atteggiamento servile di una parte importante dei paesi comunitari europei potrebbero porci in condizione di vantaggio, fatta salva la nostra posizione geografica strategica. Sempre ieri, con il Ministro Elisabetta Trenta, al Ministero della Difesa con l’Osservatorio Nazionale Amianto, si è determinata una svolta storica per il riconoscimento del personale militare e civile vittima di “fuoco amico”, ovvero afflitto da patologie derivanti dal contesto negativo fatto di amianto , uranio impoverito e altre sostanze altamente nocive, perché il Ministro ha dichiarato di voler chiudere i contenziosi e di voler agevolare la prevenzione, stando da una parte sola, quella dei servitori dello Stato vittime del dovere. Infine, l’incontenibile gioia per aver ritrovato amici e compagni di una avventura infinita, senza limiti di età, perché ho incontrato, praticamente a sorpresa, in uno spartano convivio, coloro che sessanta e più anni fa nell’area romana condividevano l’esperienza di un’atletica all’acqua e sapone e magari “senza cena”, ragazzi che partendo dalla Amatori, passando per C.S. Capitolino, il C.A. Centrale e il CUS Roma, raggiunsero ogni sorta di traguardo e ancora sono in pista. Dei miracoli di primavera vi racconterò ancora …

Ruggero Alcanterini





Top