Anzio, l’assessore Mazzi sulla richiesta di revoca della concessione del Porto: “É una perdita per la Città” - L'Eco Del Litorale | Notizie online








anzio

Anzio, l’assessore Mazzi sulla richiesta di revoca della concessione del Porto: “É una perdita per la Città”

L’assessore alle politiche del territorio di Anzio, Gianluca Mazzi ha scritto una nota molto dura sul suo profilo fb, in merito al tentativo di parte delle opposizioni di Anzio, di far ritirare con l’aiuto dei loro consiglieri regionali, la concessione del porto. Un odg discusso oggi alla Pisana, che ha portato alla decisione di istituire un tavolo tecnico tra Regione e Capo d’Anzio.

“Apprendo con stupore che 10 consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, capeggiati dal consigliere Valentina Corrado che ne rivendica la prima firma, e due consiglieri del Pd Mattia e Minucci e Ognibene di Leu vogliono che la concessione del porto di Anzio sia revocata. È bene ricordare che i 5 stelle ed il Partito Democratico ad Anzio, rappresentano una minoranza dell’elettorato. I voti delle amministrative ne sono la dimostrazione. In 6 mesi, non hanno portato niente a casa per la Città. Oggi tramite i loro rappresentanti in Regione, cercano addirittura di togliere. La città di Anzio nasce con il suo bacino portuale che merita di essere riqualificato, per lo sviluppo sociale ed economico del territorio. Anzio merita la sua occasione. Inoltre c’è già un dialogo in piedi tra Regione e Capo D’Anzio. Sarebbe onesto che questi consiglieri di opposizione di Anzio, nelle loro comunicazioni alla Città, scrivessero cosa comporterebbe la decadenza della concessione in termini di perdita per la città e ci spiegassero quale alternativa valida sarebbero stati in grado di intraprendere per un rilancio turistico e ricettivo del nostro territorio e quindi della nostra economia cittadina.

 



Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi