Tra il dire e il fare dello sport - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Editoriale del Direttore

Tra il dire e il fare dello sport

La notizia del giorno è che il CONI, in vista dell’approvazione della Legge di Bilancio, comprendente le annunciate modifiche riguardanti il futuro del CONI Servizi e più complessivamente l’ordinamento sportivo, sta facendo suonare le proprie campane ed ha annunciato la convocazione degli “STATI GENERALI DELLO SPORT “ per il 16 gennaio del prossimo anno. Si tratta di una riedizione, dopo l’appuntamento del novembre 2017, ispirata probabilmente alla formula “dalla protesta alla proposta”. Il mio convincimento è quello che il mondo dello sport deve cogliere la volontà di riforma che ispira il Governo, contribuendo significativamente ad orientarne le scelte, affinché non si tratti di palliativi e minestre riscaldate, ma si vada sul concreto, con investimenti adeguati. Dalla riforma costituzionale alla messa a sistema della pratica motoria e sportiva con ricadute culturali, educative e sociali sul fronte del benessere e della salute , con una economia di scala che porti infine con doppio vantaggio ad un ridimensionamento della spesa per la sanità: questa la sintesi di quello che si dovrebbe mettere al centro della riflessione. Per il resto, noi delle Associazioni Benemerite e nello specifico del Comitato Nazionale Italiano Fair Play, siamo abituati a fare molto con poco e magari a mani nude. Mai come in questo periodo ci siano sperimentati e confrontati su progettualità che costituiscono la premessa per quanto riteniamo si possa fare a favore del movimento sportivo, ma più in generale per la società civile, attivando le sinergie naturali che ci sono congeniali in chiave nazionale internazionale. E tanto per non stare un giorno con le mani in mano, domani sera ci ritroveremo a Sassari, nel Teatro Comunale, con il Comitato Regionale Fair Play, capitanato dal V.Presidente Nazionale, Franco Cassano e il quotidiano LA NUOVA SARDEGNA, con cui abbiamo indetto una grande campagna che ha coinvolto migliaia e migliaia di cittadini interessati agli aspetti etici ed ai valori ispirati alla pratica sportiva. Così verranno consegnati premi e riconoscimenti legati al messaggio di riconciliazione mediterranea attraverso il fair play, progetto di grande respiro che va a recuperare anche quanto seminato nel corso di circa ottanta anni di storia per i Giochi del Mediterraneo, coinvolgenti ventitrè Paesi dell’area. In un momento in cui sui temi della politica, della religione, dell’economia e dell’ambiente si avverte l’esigenza di usare un passe partout, che consenta di superare disparità e differenze, superficialità e distrazioni ispirate all’apparire piuttosto che all’essere. Ecco, per questo ancora domani, in quel di Sassari, nella filosofia del divenire attivo, senza mollare mai, noi ci saremo.

Ruggero Alcanterini

Direttore responsabile de L’Eco del Litorale







Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi