In via Matteotti, ad Anzio, Fabiana caduta nell’inferno - L'Eco Del Litorale | Notizie online








anzio

In via Matteotti, ad Anzio, Fabiana caduta nell’inferno

Il 30 ottobre ad Anzio, una ragazza di 31 anni, è caduta sul marciapiede di via Giacomo Matteotti, a causa di una buca. La giovane di nome Fabiana Landi, dopo aver inciampato, non è risuscita a rialzarsi ed è stata trasportata agli ospedali riuniti di Anzio. Dopo i primi accertamenti effettuati, è stata rimandata a casa. Passate poche ore, ha cominciato ad accusare dolori fortissimi ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Roma, S. Camillo. Attualmente, Fabiana è paralizzata e riesce a muovere solo gli occhi. Le ore intercorse tra la caduta, i primi accertamenti al “Riuniti” ed il ricovero al S. Camillo, sembrerebbero – secondo le prime ricostruzioni del fatto – essere state determinanti per il suo attuale stato. Fabiana è una ragazza con una invalidità ed avuto una vita difficile. Da pochi anni aveva perso sua madre con un cancro e suo padre è invalido, uno dei suoi fratelli è in Argentina e non riesce a tornare per accudire la sorella. Ora è tutto spento per lei, che giace in un letto d’ospedale. Una buca ignorata tra il degrado urbano ha aggravato terribilmente il suo percorso di vita, già compromesso, anche perché il primo pronto soccorso non sembra aver riconosciuto la gravità del suo stato. Sono molti gli interrogativi su questa vicenda. La buca killer, a prima vista, sembrerebbe far parte della fognatura di Acqua Latina, una piccola voragine tra i negozi, passata inosservata da tempo tra l’andirivieni distratto dei passanti, proprio come la vita di Fabiana. Solo successivamente alla caduta della donna, la buca è stata transennata. Le inchieste che seguiranno, stabiliranno cause e responsabilità.

“Il sindaco di Anzio Candido De Angelis, esprime solidarietà e vicinanza alla giovane Fabiana Landi e alla sua famiglia, per il grave accadimento.”

Linda Di Benedetto 





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi