Lazio, Centrodestra: "Si a confronto, no a mincacce" - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Politica

Lazio, Centrodestra: “Si a confronto, no a mincacce”

“Zingaretti se ci sei batti un colpo…Pensavamo di averle viste tutte ed invece l’allegra brigata Leodori-Buschini- Smeriglio e Zingaretti non finisce mai di stupirci. Solidarietà piena quindi innanzitutto all’Istituzione Regione Lazio, offesa dai riti di “bassa politica” che hanno visto “premiare” con i voti del centrosinistra il cambio di casacca di alcuni eletti nelle liste del centrodestra; e poi, soprattutto, al collega Aurigemma per le “irrituali” minacce pubblicamente ricevute nel corridoio del Consiglio Regionale dal neo-vicepresidente d’Aula, che si aggiungono a quelle già fatte al Consigliere Parisi. Auspichiamo che il Presidente Zingaretti, ben lontano per storia personale e politica, da atteggiamenti così marcatamente antidemocratici, voglia, tra un incontro precongressuale e l’altro, mettere la testa su quello che sta accadendo alla Pisana con la sua complicità. Stigmatizziamo con forza, riservandoci ulteriori azioni di tutela, il comportamento di chi utilizza metodi che esulano dalla civile convivenza e dal pacifico confronto politico, ritenendo che sia indegno ricoprire incarichi istituzionali per chi si macchia di simili comportamenti”.

Lo dichiarano i Capigruppo di centrodestra della regione Lazio Stefano Parisi (Lazio 2018), Angelo Tripodi (Lega), Fabrizio Ghera (Fdi)  Massimiliano Maselli (Nci)







Top