Latina, sorprende ladri in casa e ne uccide uno: NcS, legittimo difendersi a casa propria - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Territorio

Latina, sorprende ladri in casa e ne uccide uno: NcS, legittimo difendersi a casa propria

Ha sorpreso un ladro, ha sparato e lo ha ucciso. E’ successo in via Palermo, al civico 60 a Latina, all’interno di una palazzina. Sul posto per gli accertamenti  Polizia e Carabinieri dopo l’allarme dato dai residenti della zona che si trova in prossimità del centro commerciale “Morbella” sulla via del Lido, la strada che collega il capoluogo al lungomare.

A sparare sarebbe stato un avvocato di Latina, F. P., 47 anni, che, recatosi a casa del padre perchè era scattato l’allarme, avrebbe sorpreso tre ladri e fatto fuoco dopo essere stato aggredito. Uno dei ladri, un 41enne napoletano, è morto mentre gli altri due fuggiti via. Le indagini sono ancora in corso e non si conoscono precisamente i fatti.

“La legittima difesa in casa propria va sempre garantita. Se infatti lo stato non garantisce la sicurezza ai cittadini è giusto che almeno tra le mura di casa propria ci si possa difendere. La zona di via Palermo a Latina è nota infatti per essere insicura di notte e anche di giorno. Non è accettabile che i cittadini siano ostaggio di criminali e delinquenti. Garantire l’incolumità dei propri cari è un diritto” dichiara in una nota la Vice Presidente dei deputati della Lega Barbara Saltamartini e Francesco Zicchieri coordinatore regionale di Noi con Salvini.







Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi