Pomezia, caso discarica abusiva in via Brasile. Il Sindaco risponde alle accuse: “La strada è privata!”. - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Ambiente

Pomezia, caso discarica abusiva in via Brasile. Il Sindaco risponde alle accuse: “La strada è privata!”.

Il Sindaco di Pomezia, Fabio Fucci, replica alle accuse a mezzo stampa relative al video di un cittadino che ritrae una discarica abusiva in Via Brasile.

“I giornali dovrebbero informarsi prima di pubblicare un video che riporta informazioni scorrette – dichiara – Via Brasile è una strada privata, che costeggia 4 lotti di terreno privato e, come tale, la manutenzione e la pulizia sono a carico dei proprietari. Già a settembre 2014, con ordinanza sindacale (n. 33 del 16/09/2014), avevo disposto i dovuti interventi di rimozione e smaltimento dei rifiuti a tutela della salute pubblica e dell’ambiente, con multa di oltre 600 euro disposta dalla Polizia Locale. Abbiamo poi incontrato i proprietari diverse volte invitandoli a mantenere la strada pulita e a trovare soluzioni contro gli incivili che si recano in quella strada per abbandonare i rifiuti. Abbiamo consigliato loro di chiudere la via con una sbarra e ci siamo resi disponibili a installare una telecamera di videosorveglianza, in prossimità dell’area, che possa fungere da deterrente contro l’abbandono dei rifiuti”.

“Voglio ricordare a tutti che il Regolamento di Polizia urbana sanziona l’abbandono dei rifiuti con multe di 500 euro – conclude il Primo Cittadino – Mantenere la Città pulita e rispettare le regole del conferimento dei rifiuti porta a porta è un dovere di ciascun cittadino. Allo stesso tempo, è dovere dei proprietari di terreni e strade farsi carico della pulizia e della manutenzione della proprietà privata”.

unnamed-2



Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi