Champions League: Roma-Porto 0-3, giallorossi eliminati al play-off - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Sport

Champions League: Roma-Porto 0-3, giallorossi eliminati al play-off

Finisce prematuramente l’avventura della Roma nella Champions League 2016/2017: i giallorossi, infatti, dopo l’1-1 del match di andata in Portogallo, crollano in casa contro il Porto (0-3) e salutano la massima manifestazione calcistica europea già al play-off. Partita subito in salita per gli uomini di Spalletti, sotto dopo appena 8′ di gioco grazie al colpo di testa vincente di Felipe sugli sviluppi di un calcio piazzato. I padroni di casa faticano a reagire e si scuotono soltanto dopo la mezz’ora, con la girata mancina di Salah respinta di piede da Casillas. Al 40′ la seconda svolta negativa della gara: fallaccio di De Rossi su Maxi Pereira e il direttore di gara, il polacco Marciniak, sventola in faccia al capitano romanista il rosso diretto. Spalletti corre ai ripari, sostituendo Paredes con Emerson Palmieri, ma l’esterno brasiliano alimenta il suicidio in piena regola dei capitolini, facendosi espellere a sua volta al 51′ per un’altra entrata durissima, stavolta ai danni di Jesus Corona. In 9 contro 11 l’impresa pare disperata e paradossalmente i giallorossi, senza più nulla da perdere, si scuotono sfiorando il pari – che avrebbe allungato il match ai supplementari – con Perotti e Nainggolan. Ma inevitabilmente la Roma deve scoprirsi e, in doppia inferiorità numerica, prestare il fianco alle ripartenze portoghesi, devastanti tra il 73′ e il 75′ a chiudere definitivamente il match con la reti di Layun (errore di Szczesny in uscita) e Corona (gran botta mancina sotto la traversa). La partita, di fatto, si conclude lì: il Porto festeggia e stacca il pass per la Champions, la Roma si lecca le ferite e retrocede in Europa League.

IL TABELLINO DI ROMA-PORTO 0-3
(primo tempo 0-1)
MARCATORI: Felipe all’8’ p.t.; Layun al 28’, Corona al 30’ s.t.
ROMA (4-2-3-1): Szczesny; Bruno Peres, Manolas, De Rossi, Juan Jesus; Strootman, Paredes (dal 42’ p.t. Emerson); Salah, Nainggolan, Perotti (dal 41’ s.t. Gerson); Dzeko (dal 14’ s.t. Iturbe). (Alisson, Totti, Fazio, El Shaarawy). All. Spalletti.
PORTO (4-1-4-1): Casillas; Maxi Pereira (dal 47’ p.t. Layun), Felipe, Marcano, Telles; Danilo; Corona, Herrera, André André, Otavio (dal 12’ s.t. S. Oliveira); André Silva (dal 21’ s.t. A. Lopez). (José Sà, R. Neves, Varela, Evandro). All. Espirito Santo.
ARBITRO: Marciniak (Polonia).
NOTE: paganti 32.047, incasso di 1.450.638 euro; abbonati 7.819, quota di 279.720 euro. Espulsi De Rossi (R) al 40’ p.t. ed Emerson (R) al 5’ s.t. per gioco scorretto. Ammoniti Herrera (P), Otavio (P), S. Oliveira (P), Gerson (R) per gioco scorretto, André Silva (P) per c.n.r.. Tiri in porta 4-7. Tiri fuori 7-4. Angoli 11-2. In fuorigioco 0-2. Recuperi: p.t. 6’, s.t. 0’

1918306-40361751-640-360
I tifosi del Porto festeggiano la qualificazione all’Olimpico

225732436-2050c356-6f3c-4070-a467-bb1360c15084
L’arbitro Marciniak mostra il cartellino rosso a Daniele De Rossi



Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi