Sulle tracce dei dispersi del 1944: due piastrini Usa tornati a casa - L'Eco Del Litorale | Notizie online




anzio

Sulle tracce dei dispersi del 1944: due piastrini Usa tornati a casa

 

Procede con grande impegno il progetto “Missing in Action” cioè dispersi in operazioni di guerra. Il progetto condiviso dalle Associazioni “Un Ricordo per la pace e “Gruppo Ricerche Storiche” è finalizzato primariamente alla ricerca dei dispersi del 1944 ad Aprilia e nelle zone di Anzio, Cori, Velletri, Cisterna e Lanuvio. Ricerche effettuate in collaborazione con il DPAA(DEFENCE POW/MIA ACCOUNTING AGENCY) l’Ente della Difesa Statunitense che ha il compito di localizzare e identificare i resti di oltre 83.000 soldati americani dispersi in guerra, dai conflitti mondiali a quelli più recenti.
Instancabile il gruppo di metal detectoristi del G.R.S. i cui ultimi scavi hanno dato alla luce interessanti ritrovamenti, ma nulla di riferibile alla lista dei dispersi fornita dagli americani.
Dopo l’appello sui media molte invece le segnalazioni di piastrini militari e materiale bellico di diverse nazionalità; tanto il lavoro per risalire ai soldati di appartenenza ed alle famiglie per la restituzione di questi piccoli oggetti appartenuti ai propri cari.
Grazie alla tenacia del Gruppo Ricerche Storiche ed alla collaborazione di amici americani due tags USA sono tornate “a casa” tra la commozione di figli e nipoti. Sono le “dog tags” di Charles M.Tyree e di James A. Christian a essere tornate negli Stati Uniti. Tanta la soddisfazione nel Gruppo Ricerche Storiche che ha provveduto gratuitamente all’invio dei pacchetti in America, avvolti i piastrini militari in una piccola bandiera statunitense.
Nella foto dagli Stati Uniti appaiono sorridenti le due figlie di James A. Christian: Rebecca Miller, la figlia maggiore, a sinistra, Barbara (Bobbie) Brewer al centro con al suo fianco il marito Larry Brewer. la foto inviataci del giovane soldato Tyree appoggiata al quadretto con il suo piastrino di guerra.
Interessante il ritrovamento in territorio apriliano di materiale bellico britannico tra cui il piastrino identificativo dell’allora Capitano Henry James Witheridge. Nel gennaio 1944 era al comando di una compagnia dell’8 ° Battaglione dei Fucilieri Reali (City of London) lo stesso Battaglione di Eric Fletcher Waters, il padre del cantante Roger Waters, caduto ad Aprilia il 18 febbraio 1944.
Witheridge combattè dapprima nella zona di Cassino per poi essere inviato con la sua compagnia (per ora non nota) a rinforzo agli alleati negli aspri combattimenti di metà febbraio nella testa di ponte di Anzio. In uno di questi attacchi fu ferito, catturato dai tedeschi e inviato all’Oflag 79 di Braunschweig vicino Hannover in Germania. Nella zona apriliana del ritrovamento del suo piastrino si stanno conducendo ulteriori indagini.
Presto tornerà negli Stati Uniti dal nipote anche il piastrino militare di Bill Wrightsman, rinvenuto negli anni 90 in località Isola Sacra presso Fiumicino (RM), segnalazione pervenuta recentemente a “Un ricordo per la pace”. Wrightsman classe 1921 ed originario del Missouri sopravvisse alla seconda guerra mondiale, ma morì a soli 43 anni nel 1964.
Esprime soddisfazione Elisa Bonacini presidente di “Un ricordo per la pace”: “Un bilancio davvero molto positivo che ci spinge a fare sempre più e sempre meglio. A nome dell’associazione che rappresento e del “Gruppo Ricerche Storiche” di Maurizio De Angelis ringrazio di cuore tutte le persone che ci hanno contattato con fiducia consegnandoci i piastrini militari ed anche tutti coloro che stanno collaborando con le nostre associazioni condividendo le nostre finalità di mantenimento della memoria dei tragici avvenimenti di guerra della seconda guerra mondiale.”

su Royal Fusiliers e Harry Witheridge

 





Top