Latina, spaccio nell’oasi verde “Susetta Guerrini”: 18enne arrestato - L'Eco Del Litorale | Notizie online




copertina

Latina, spaccio nell’oasi verde “Susetta Guerrini”: 18enne arrestato

Nella decorsa notte, personale della Squadra Volante della Questura di Latina, ha proceduto all’arresto di F. F., classe 2000, perché resosi responsabile del reato di “detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente di vario genere”.
Infatti, verso le ore 02.00, nel transitare in Viale Paganini, precisamente nell’area del parco “Oasi Verde Susetta Guerrini”, in una zona appartata, notavano la presenza di due individui che, alla loro vista, cercavano di allontanarsi nel tentativo di evitare il controllo.
Raggiunti e fermati, mostravano entrambi un particolare atteggiamento di insofferenza, tale da ingenerare nei poliziotti la presunzione che i due non volessero essere controllati. Valutata pertanto la circostanza, si procedeva ad un primo controllo dei due, in particolare esaminando sommariamente il contenuto di uno zaino che avevano al seguito. Nell’immediatezza, all’interno della sacca detenuta dal F., veniva rinvenuto un importante quantitativo di sostanza stupefacente, un bilancino di precisione, per la sua pesatura, nonché diversi involucri in cellophane. L’attività proseguiva con una rapida e tempestiva perquisizione personale a carico dei due giovani. Infatti sono state trovate loro indosso, opportunamente occultate, diverse campionature di sostanza stupefacente, del tipo marijuana, hashish ed sostanze chimiche per le quali sono in corso esami di laboratorio (verosimilmente ecstasy, anche denominata MDMA). I circa 20 gr. di marijuana unitamente ai 40 gr. di hashish e alle sostanze chimiche, nonché la somma di Euro 800,00 (ottocento), in banconote di vario taglio, verosimile provento della vendita dello stupefacente, sono state sottoposti a sequestro unitamente a quanto successivamente rinvenuto in sede di perquisizione domiciliare presso le abitazione dei prevenuti. Al termine delle attività di P.G. il F., in considerazione delle sfavorevoli circostanze, veniva in arresto ai sensi della Legge sugli stupefacenti mentre l’altro, J. A., classe 1993, deferito all’A.G., in stato di libertà, per uso personale di sostanza stupefacente.
Il F. F., in attesa della relativa convalida, è stato condotto, al regime degli arresti domiciliari, presso la propria abitazione.





Top