L' I. C Anzio 3 festeggia il grande successo di "Libri in Festa" - L'Eco Del Litorale | Notizie online




Comunicati Stampa

L’ I. C Anzio 3 festeggia il grande successo di “Libri in Festa”

Libri in festa è stata un’iniziativa culturale proposta dell’I.C Anzio 3 che si è protratta per un’intera giornata scolastica in cui gli alunni delle classi e sezioni di tutte le età e i loro docenti, sono stati felicemente impegnati in attività che esulano dalla normale routine scolastica.

Gli alunni fin dal mattino hanno potuto visitare gli stand di vendita dei libri messi a disposizione da alcune case editrici che hanno devoluto parte del ricavato alla scuola per le future iniziative sul tema ed inoltre, alcuni, hanno realizzato dei laboratori didattici gratuiti per l’intera scolaresca. L’iniziativa ha potuto avere luogo anche grazie alle collaborazioni di scrittori, agenzie locali ed editori.

La casa Editrice Le Pagine Incantate ha messo ha disposizione la preparazione e l’esperienza del madrelingua Donnini Alessio per svolgere simpatici laboratori di animazione alla lettura in lingua inglese sul testo Il fantasma di Canterville finalizzato a familiarizzare con i suoni e le parole del testo attraverso giochi di riconoscimento di alcuni vocaboli e di ascolto, comprensione e appropriazione di significati facendo leva soprattutto sulla musicalità della lingua a cui hanno partecipato complessivamente più di duecento tra alunni e alunne. Grande successo tra i ragazzi hanno avuto anche le poesie della scrittrice Antonella Rizzo, raccolte in un testo stampato recentemente, che sono state declamate dalla stessa autrice e sulle quali si sono intavolate conversazioni coinvolgendo molti alunni e alunne che si sono mostrati di una profondità disarmante come per  gli incontri e i dialoghi con l’autrice del testo Carta Forbice Sasso , Liliana Vita con cui ci si è soffermati a, conoscere il punto di vista e le avventure di Albertino  protagonista “speciale” , ottimista,  amante delle coccole e del cioccolato e che  narra , con straordinaria semplicità, quanto la  sindrome di down ”non è poi così male “

L’Associazione Laboratorio Florisse con la Presidente Chiaventi Fiorella e la socia Eugenia Gabrielli, hanno condotto  nel corso di tutta la mattina, gli alunni di ben 6 classi dapprima spiegando loro le varie fasi della costruzione di un libro di ceramica e delle tecniche in uso per la lavorazione del materiale e poi nella realizzazione personale di monili in terracotta per la costruzione di segnalibri originali, mentre la scrittrice e genitore Concetta Germanà, incantava gli alunni con la coinvolgente ed emozionante lettura ed esperienza sensoriale  al buio ed il narratore Sandro Vaggi  che con la sua voce profonda protagonista delle letture ad alta voce che ha ammaliato  grandi e piccini.

La cartolibreria Enigma, Miruna e Sergio Tini  hanno condotto laboratori con un perfetto amalgama di teoria e prassi, ripercorrendo in modo originale la  storia della scrittura, dagli Egizi all’ Ipod , mettendo a disposizione materiale come argilla, pergamene carta realizzata a mano, libri antichi e macchina da scrivere il tutto raccolto in un libretto riassuntivo messo a disposizione degli alunni.

Le attività hanno avuto luogo fino alla chiusura della giornata scolastica ed hanno visto protagonista anche esperto di scrittura creativa e autore di testi narrativi e teatrali Giuseppe Bordi che ha incontrato gli alunni di due classi conducendo una conversazione su tematiche trattate nei suoi testi letti precedentemente dagli alunni

La Giornata è stata allietata anche dalla preziosa presenza dello scrittore di strada Walter Lazzarin che dal 2015 ha deciso di “spacciare libri e racconti” in strada riavvicinando le persone alla narrativa girando l’Italia intera. Walter è stato accolto con grande entusiasmo da tantissimi studenti e docenti che lo hanno avvicinato e per i quali non sarà facile dimenticare la sua Olivetti Lettera 92 rossa, la sua esperienza condivisa ed il suo affascinante ed estemporaneo scrivere e raccontare tautogrammi.

L’evento tenutosi nella sede di Via Machiavelli ideato e coordinato dalla docente Di Mille Catia funzione strumentale dell’aggiornamento e biblioteche dell’Istituto stesso, è stato “una grande occasione per promuovere ed organizzare iniziative di animazione della lettura e di narrazioni ad alta voce, laboratori didattico-divulgativi e creativi incontri con autori, tra i quali l’emergente Rebecca Maramotti,  artisti ed esperti in continuità e in chiusura del lavoro svolto dalla sottoscritta in tutto questo anno. Infatti in mancanza di una biblioteca scolastica nel plesso Collodi, ho pensato di ideare una modalità alternativa per condurre i ragazzi alla lettura ovvero portare la lettura ai ragazzi attraverso la costruzione e l’utilizzo di una biblioteca mobile, un carretto decorato con immagini tratte dalla legenda di San Giorgio, con cui ho avviato una serie di iniziative didattiche ed il prestito di libri come in una più classica biblioteca. L’esperienza vissuta e la risposta degli alunni coinvolti mi entusiasmano a continuare il percorso nei prossimi anni. Colgo l’occasione inoltre per ringraziare vivamente l’abilità tecnica e la disponibilità del sig. Serafini che ha reso reale la mia idea itinerante”.

 

Catia Di Mille



Top