Anzio, al via piano d'azione programmato a salvaguardia della salute, del decoro urbano e del randagismo - L'Eco Del Litorale | Notizie online




anzio

Anzio, al via piano d’azione programmato a salvaguardia della salute, del decoro urbano e del randagismo

Al via il piano d’azione programmato del Comune di Anzio nel settore Ambiente e Sanità per far fronte alle emergenze rifiuti, diffusione zanzara tigre (Aedea albopictus) e randangismo

E’ il forte l’impegno e la sensibilità per il benessere ambientale  ed animale  dimostrato dall’ Ufficio Ambiente e Sanità per i meriti della Sua dirigente Dott.ssa Angela Santaniello, del Presidente della Commissione Sanità ed Ambiente Antonio Geracitano e della collaborazione con lo Sportello Diritti Animali Anzio della sua responsabile e coordinatrice Avv. Stefania Coco,  che ha reso doveroso nonché necessario l’ emissione  di ordinanze  per il potenziamento con piani di intervento ad hoc, volti alla salvaguardia della salute, il decoro urbano ed la repressione della piaga sociale e culturale dell’abbandono. 

Materia del primo provvedimento sono i conferimenti assistiti per le attività di somministrazione di alimenti e bevande (bar, ristoranti, pizzerie e gelaterie) e la raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati nel centro storico dell’area portuale. Poiché nell’area urbana, ad eccezione del centro storico è già stato avviato e definito il sistema di raccolta e conferimento dei rifiuti “porta a porta”, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto necessario definire un diverso sistema di raccolta di rifiuti urbani ed assimilati definito “conferimento assistito” pensato per l’appunto per le attività commerciali di somministrazione di alimenti e bevande come i bar, ristoranti, pizzerie e gelaterie del centro storico dell’area portuale.

Per tale sistema di raccolta sono stati predisposti diversi punti di conferimento dei rifiuti che saranno presidiati dal Gestore del servizio e presso cui gli utenti avranno l’obbligo di recarsi, secondo lo specifico calendario, muniti di badge identificativo fornito sempre dall’Ufficio Ambiente e Sanità.

A partire dal 25 maggio 2018 fino a domenica 30 settembre, tutti i gestori delle attività commerciali durante la stagione estiva 2018, avranno l’obbligo di provvedere al conferimento rispettando le modalità e i luoghi di conferimento qui sotto riportati: 

Corso del Popolo, via Porto Innocenziano, via Porto Neroniano, Via Padre Lombardi, Molo Innocenziano, P.le S. Antonio, L.go Bragaglia, Piazzale Marinai d’Italia e Riviera Zanardelli. 

Con l’avvio del sistema di raccolta in queste aree, il Comune  tramite il Gestore provvederanno alla rimozione dei contenitori (cassonetti).

Per i rifiuti organici ed indifferenziati il conferimento avverrà esclusivamente in buste trasparenti ed avrà luogo tutti i giorni dal lunedì alla domenica dalle 14 alle ore 19.30 presso la postazione mobile posizionata in Via Padre Lombardi angolo Via Nazario Sauro; per tutti i rifiuti carta e plastica dalle 19.30 alle 3.00 sempre in buste trasparenti presso l’isola ecologica in via piazzale dei Marinai d’Italia.

Per il vetro tutti i giorni dalle 6.00 fino a fine turno. Per ogni necessità è possibile contattare la Camassambiente s.p.a. Al numero verde 800.996.998. 

Altro provvedimento sempre in tema di rifiuti  è la raccolta differenziata  e pulizia dell’arenile della Città, in vista della stagione balneare oramai prossima.

Dal 18 maggio 2018 fino a domenica 23 settembre 2018, tutti i gestori degli stabilimenti balneari del Comune di Anzio dovranno provvedere al conferimento dei rifiuti rispettando l’apposito calendario e modalità indicate dall’ordinanza n.09/AMB.  del 11/05/2018. 

Predisposta dal Sindaco, è l’ordinanza per la prevenzione ed il contrasto alla diffusione dell’ ormai nota Zanzara tigrepresente nella città di Roma dal 1997, anno in cui è stato individuato il primo focolaio, ma presente ormai nel nostro territorio cittadino. 

Il verificarsi delle mutate condizioni climatiche in Italia nel corso dell’ultimo ventennio, con l’aumento considerevole delle temperature e dell’umidità, particolarmente nei mesi da aprile a dicembre, hanno creato l’habitat ideale per la diffusione di questa zanzara assai aggressiva. 

Nell’estate 2017 sono stati accertati 4 focolai epidemici da febbre del virus Chikungunya, 3 nella Regione Lazio precisamente ad Anzio, Roma e Latina ed uno in Calabria. 

Il più efficace intervento per la prevenzione di questa malattia  e delle altre arbovirosi di cui l’Aedes albopictus è vettore è la massima riduzione della popolazione della zanzara. 

Essendo necessario tutelare la salute dei cittadini, l’Amministrazione Comunale intende adottare prioritariamente azioni di prevenzione effettuando direttamente trattamenti adulticidi, larvicidi e di rimozione dei focolai larvali sia in aree pubbliche che private.

L’ Amministrazione nell’ambito di queste misure di prevenzione,  di contenimento e diminuzione del fenomeno infestante ha pensato per quest’anno 2018 ad una campagna di comunicazione per informare e sensibilizzare i cittadini, sui corretti comportamenti da adottare per contrastare l’infestazione di questo insetto. In primo luogo si dispone il non abbandono di contenitori di qualsiasi forma  e natura collocati in spazi aperti pubblici o privati compresi terrazzi balconi, solai e qualsivoglia luogo aperto onde evitare anche occasionalmente, la raccolta d’acqua piovana o stagnante si consiglia di sostituire e lavare frequentemente l’acqua nei contenitori dei fiori, negli abbeveratoi dei nostri animali domestici,  degli annaffiatoi  e simili evitando condense stagnanti e pulizia dei tombini.  

La necessità di attuare una strategia di lotta integrata per il controllo della diffusione delle zanzare predispone la possibilità di interfacciarsi e richiedere interventi di disinfestazione inviando apposito modulo all’ufficio Ambiente e Sanità  mail: pol.ambientali@comune.anzio.roma.it. 

Oggetto dell’ultimo provvedimento fortemente  auspicato dalla Dott.ssa Santaniello, dal Presidente Antonio Geracitano  è la lotta al  randagismo. 

Si avvia la stagione estiva ed il problema di coloro che ancora si macchiano del reato dell’abbandono di animale e del loro mal governo,  purtroppo non dotati di voce per chiedere aiuto, ha reso necessario  pensare ad un sistema di tutela e salvaguardia dei nostri piccoli fratelli pelosi.  

E’ stato siglato il 17 maggio 2018 una convenzione di intervento con l’Associazione di volontariato “Zoofila Ecologica di Protezione Animali e Ambiente Armellino 92” meglio nota come Guardie Zoofile Ecologiche GZE Nettuno, al fine di rafforzare attività complementari per la prevenzione e repressione delle infrazioni dei  regolamenti locali e regionali relativi alla difesa del patrimonio zootecnico ed alla protezione degli animali, sancendo il diritto alla dignità di essere viventi di quest’ultimi, promuovendo il rispetto delle loro esigenze fisiologiche ed etologiche al fine di favorire la corretta convivenza tra uomo e animale e tutelare la salute pubblica e l’ambiente ed il monitoraggio della presenza di animali, non di proprietà di privati sul territorio comunale. 

L’Associazione si occuperà di anagrafe canina del territorio; del controllo microchip, del randagismo ed accalappiamento e vigilanza sulla gestione rifugio temporaneo in attesa di adozione o immissione sul territorio dopo la sterilizzazione a carico del Comune per i servizi prestati. 

La procedura operativa d’intervento delle GZE si attiverà con la comunicazione al locale comando delle Guardie Zoofile Ecologiche con comunicazione  telematica gzenettuno@libero.it o telefonica al Responsabile del Settore Animale (Marsili Silvio 3396403704). 

Le Guardie Zoofile Ecologiche si impegnano ad intervenire mediante la propria pattuglia: immediatamente, se l’animale risulta ferito ed entro un massimo di 24/48h se la situazione non riveste carattere d’urgenza. 

La segnalazione del cittadino potrà essere fatta mediante comunicazione all’Ufficio Ambiente o alla Polizia Locale o Forze dell’Ordine. Nel caso in cui la segnalazione provenga fuori dagli orari di ufficio degli uffici comunali, le G.Z.E. effettueranno l’intervento con tempestività. 

A tutela della dignità, sicurezza e salute degli animali lo Sportello Diritti Animali Anzio dell’ Avv. Stefania Coco grazie all’aiuto dei numerosi volontari cittadini auspica che questo sia il primo dei provvedimenti necessari al loro benessere, con la definizione e la realizzazione di un regolamento comunale  e istituzione di un loro Garante. 

Buona stagione estiva 2018 





Top