Pomezia, il 21 Aprile c'è "Abilmente Insieme" - L'Eco Del Litorale | Notizie online




pomezia

Pomezia, il 21 Aprile c’è “Abilmente Insieme”

Il 21 Aprile presso la palestra della Margherita Hack a Pomezia, in via Singen, 99 verrà svolta una giornata di sport integrato nella 1° edizione di ABILMENTE INSIEME, organizzata dalla “A.S.D. VIRTUS INVICTA POMEZIA” dove parteciperanno: “ASSOCIAZIONE SOCIAL ACADEMY ONLUS”, “UNIPOMEZIA”, “SELVA ACADEMY”, “LA CICALA E LA FORMICA ONLUS”, “CASTELLINSIEME” e “POMEZIA CALCIO”.

Le associazioni presenti sul territorio svolgeranno un torneo di pallavolo e calcio e parteciperanno a giochi di gruppo e animazione creativa. Questa opportunità è una proposta educativa che valorizza l’integrazione, l’interezza della persona e la crescita psico-fisica, motoria, emotiva, intellettiva e sociale.

Lo sport ha un ruolo molto positivo per la vita di molti bambini. Non c’è ragione per cui non dovrebbe averlo anche i bambini con difficoltà o disabilità. Anzi, lo sport è davvero importante: aiutano il bambino a sviluppare l’autostima e a creare legami sociali. I bambini con varie problematiche o disabilità, spesso si sentono isolati dai loro compagni di classe e lo sport è un ottimo modo per aiutarli a mettersi in gioco.

Inoltre lo sport è un’occasione importante di interazione sociale che li aiuta a socializzare oltre ad offrire indubbi vantaggi dal punto di vista della forma fisica e della salute.

Il modo migliore per scegliere quale sport far praticare al vostro bambino, è chiedere proprio a lui che cosa vorrebbe fare, aiutandolo così ad individuare e sostenere i propri interessi. Alcune ricerche evidenziano che gli sport individuali, come il tennis e il nuoto, aiutino i bambini con problemi di attenzione ma gli sport di squadra, come il calcio o il basket, soddisfano maggiormente i bambini con problemi di relazione, attenzione e iperattività perchè devono prestare costante attenzione oltre che a sé anche agli altri giocatori e alle loro strategie.

Tuttavia, se vostro figlio manifesta un vivo interesse per uno sport di squadra, il compito del genitore è senza dubbio quello di incoraggiarlo.

A cura della Dott.ssa Emanuela Totaro –Psicologa Clinica-Presidente Ass. Social Academy Onlus.

 







Top