Aprilia, ferma e unita contrarietà al progetto della discarica di Casalazzara - L'Eco Del Litorale | Notizie online




aprilia

Aprilia, ferma e unita contrarietà al progetto della discarica di Casalazzara

È stata convocata lo scorso venerdì 13 aprile una seduta la I Commissione Consiliare Permanente, Urbanistica-Ambiente, durante la quale in modo compatto è stata ribadita la ferma contrarietà al progetto della discarica in località Colli del Sole a Casalazzara.

Prima del dibattito sul progetto in merito al quale lo scorso 11 aprile il Sindaco Antonio Terra ha trasmesso all’Area Valutazione Impatto Ambientale della Direzione Politiche Ambientali e Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio la valutazione tecnica del Comune di Aprilia esprimendo parere negativo e chiedendo l’archiviazione dell’istanza, all’ordine del giorno è stata discussa una modifica al Regolamento sul benessere animale, tesa a limitare la possibilità di tenere i cani a catena, ad estendere la misura minima dei recinti e a regolamentare le modalità di somministrazione del cibo ai cani liberi accuditi e alle colonie feline per garantire maggiore decoro.

Successivamente è stato discusso anche il nuovo Regolamento di gestione dei rifiuti urbani che ha visto l’inserimento del divieto delle buste nere e ha definito le modalità di effettuazione della raccolta. Eliminati finalmente tutti gli articoli sui servizi non più effettuati come la raccolta stradale con il vecchio metodo a cassonetti. Il nuovo regolamento è molto più snello del precedente, ed orientato verso le azioni accessorie alla raccolta come ad esempio l’Ecocentro, le giornate ecologiche e la raccolta degli ingombranti.

Si è poi passati ad una relazione da parte dell’Assessora all’Ambiente Alessandra Lombardi rispetto a quanto fatto per contrastare la discarica di Colli del Sole, ossia la richiesta di numerose integrazioni dello scorso 23 febbraio, la contestazione delle pubblicazioni e dell’iter procedurale seguito dalla Regione alla quale si continua a rimproverare una grave mancanza di trasparenza nella pubblicazione della documentazione.

Nonostante le scadenze per il Comune non siano le stesse del pubblico, sono state inviate dal Sindaco le prime osservazioni, ribadendo la contrarietà e le criticità tecniche e operative per dimostrare ancora una volta il forte fronte del “no” alla discarica. L’Assessora Lombardi ha letto il resto delle pec di protesta inviate dal Sindaco e le richieste di archiviazione della pratica.

La Commissione ha quindi condiviso un documento che verrà sottoscritto da Consiglieri, Assessori e Commissari e inviato in Regione per testimoniare la trasversale contrarietà di tutta l’assise cittadina a questo progetto sciagurato.







Top