Latina, scuole paritarie: le nuove convenzioni all’esame della Commissione consiliare - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Politica

Latina, scuole paritarie: le nuove convenzioni all’esame della Commissione consiliare

Illustrato lo schema di accordo predisposto dallo studio legale incaricato e perfezionato dagli uffici comunali

Sono state valutate oggi in Commissione Cultura e Scuola le nuove convenzioni che regoleranno i rapporti tra il Comune e gli ordini religiosi nella gestione delle scuole dell’infanzia comunali paritarie di Latina.

Lo schema di accordo è stato elaborato dallo studio legale romano appositamente incaricato dall’Amministrazione, perfezionato dagli uffici comunali, poi condiviso con le congregazioni in due incontri che si sono tenuti ieri e il 6 aprile scorso alla presenza dell’Assessore all’Istruzione, della dirigente e del funzionario del Servizio Cultura ed Educazione, incontri che sono stati utili a recepire i suggerimenti espressi dai rappresentanti legali degli ordini religiosi.

E’ stata l’Assessore Antonella Di Muro ad illustrare ai componenti della Commissione i contenuti salienti delle nuove convenzioni che disciplinano l’attività di insegnamento e coordinamento delle religiose volontarie nelle scuole dell’infanzia paritarie presenti sul territorio comunale. «Ciò che ha permesso l’adozione delle convenzioni – ha ricordato Di Muro – sono i principi espressi nelle sentenze della Corte di Giustizia, ovvero principi di solidarietà, volontariato ed efficienza di bilancio». In virtù del nuovo modello il Comune si impegnerà a corrispondere ad ogni congregazione, a titolo di rimborso spese, un contributo annuo stabilito in base al numero di religiose presenti nei rispettivi istituti e individuato in € 9.600,00 per le scuole di Borgo Grappa e Borgo Podgora, € 28.800,00 per San Marco, 30mila per la paritaria di Borgo Le Ferriere i cui locali non sono di proprietà comunali. La somma verrà erogata in tre rate annuali. Inoltre, l’Amministrazione metterà a disposizione gli alloggi di sua proprietà in comodato d’uso e si farà carico della manutenzione ordinaria e straordinaria, delle utenze, della copertura assicurativa del personale religioso, della fornitura di materiale didattico e di pulizia.

Il Comune resta in attesa del parere che le Congregazioni daranno ognuna in sede di proprio Consiglio.







Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi