Scuola/A Frosinone un concorso che premia "La donna come essenza della scrittura" - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Cultura

Scuola/A Frosinone un concorso che premia “La donna come essenza della scrittura”

La condizione femminile in Italia, la violenza e la discriminazione nei confronti delle donne. Sono questi i temi proposti nella quarta edizione del concorso “La donna come essenza della scrittura”, riservato agli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Frosinone e che nei giorni scorsi ha accolto nella bella cornice della Villa Comunale (nella foto in alto) la manifestazione di premiazione degli elaborati vincitori nelle quattro sezioni poesia, lettera, composizione e disegno.

L’iniziativa è stata proposta dall’assessore alla Pubblica Istruzione Valentina Sementilli, che ha ringraziato il corpo docente per il grande lavoro di supporto offerto, complimentandosi con gli alunni per le opere realizzate. La Sementilli, insieme ai dirigenti Valeria Saiardi e Daniele Pagliaroli e all’artista locale Alfio Borghese, ha fatto parte della giuria che ha assegnato i premi conclusivi, dopo aver esaminato le numerose opere realizzate dagli alunni dei vari istituti comprensivi che hanno partecipato.

Un concorso molto apprezzato, organizzato nelle precedenti edizioni dall’allora assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Frosinone e attuale responsabile politico di Forza Italia, Ombretta Ceccarelli, che anche quest’anno, facendo parte della commissione, ha lavorato per la buona riuscita del progetto offrendo un solido contributo di esperienza e professionalità.
Nel suo intervento, la Ceccarelli ha invitato i ragazzi presenti a non subire le violenze e i soprusi, ma a trovare il coraggio per denunciare queste situazioni.

Nell’occasione è stata ricordata la figura del regista lucano Tony De Bonis, scomparso di recente, al quale è stata dedicata l’iniziativa: “Un artista di spessore che ha lasciato un grande vuoto nella comunità laziale, un professionista attento nello svolgimento delle sue attività culturali, come ad esempio il premio nazionale ‘Ciociaria’, pensato per dare un riconoscimento di qualità ai personaggi che si sono distinti nella provincia frusinate”.


I PREMI ASSEGNATI

Per quanto riguarda il settore della “poesia”, sono giunte a pari merito le classi seconda “G” della scuola L. Pietrobono e seconda “A” della N. Ricciotti.
Gli alunni premiati per la Pietrobono sono stati: Lucia Rota, Sofia Masi, Laura Micheletti, Beatrice Campioni, Fabrizio Bracaglia, Lory Quattrociocchi e Giada Varone.
Per la Ricciotti, invece: Stefano Scaccia, Anna Mastrantoni, Federico D’Arce, Lucia Anisoara Asaftei, Veronica Scaccia, Simone Passeri, Samuele Fabra, Devis Muharremi, Giulia Savo, Elissia Riccardi, Marco Tornasi e Benedetta Veloccia.


Nella sezione dedicata al disegno, ad essere premiati sono stati gli studenti della scuola “Aldo Moro”, classe prima “E”: Giovanna Corallo, Alberto Spagnuolo, Alice Rosalie Spina, Chiara Montanaro, Ludovica Frioni, Ludovica Chiani, Cloe Brocco, Gabriele Fricchione, Giorgio Rea e Giorgia Mazzenga.

Nella sezione composizione scritta, il primo premio è andato a Filippo Scaccia, classe seconda “E” della scuola “Campo Coni”.
Alle classi seconda “A” e seconda “B” di questo stesso istituto, infine, è stato consegnato un premio speciale creatività.

Un riconoscimento è stato infine consegnato a Donato De Bonis, figlio del regista scomparso Tony.

 



Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi