VI Concerto di preghiera per le vittime dello Tsunami e terremoto in Giappone ed Italia




Cultura

VI Concerto di preghiera per le vittime dello Tsunami e terremoto in Giappone ed Italia

VI concerto di preghiera per le vittime dello tsunami e terremoto in Giappone ed Italia: tante le emozioni per un concerto dalla intensità rara. Nella giornata di domenica 11 marzo, presso la splendida cornice della Basilica Santa Maggiore in Roma, una folla di persone si è precipitata ad assistere ad una occasione musicale raffinata e partecipata per celebrare in un concerto di preghiera due popoli uniti nel dolore ma anche legati da una profonda e centenaria amicizia vissuta nel rispetto, nell’amore e nella reciproca solidarietà. 

Petite messe solennelle di Rossini per il Giappone dal Vaticano: tra l’altro nel  150° anniversario della morte di G. Rossini, ed organizzato dal Comitato Esecutivo Giapponese e patrocinato dall’Ambasciata del Giappone presso la Santa Sede, splendide note vibranti e commoventi hanno avvolto la Basilica e tutti gli intervenuti al concerto. Il programma: Seiji Endo test Mimei Sakamoto ” The Blue Legend” (con la cantante Mimei Sakamoto); A. Vivaldi “I Allegro” da Nisi Dominus (con la partecipazione del soprano Riyoko Ikeda, la disegnatrice di Lady Oscar) e per concludere G. Rossini “Petite Messe Solennelle”.

Illustri i protagonisti; oltre a quelli già citati, doveroso citare il direttore Daniele Agiman, la soprano Yasko Fujii, la mezzosoprano Sandra Buongrazio, il tenore Oscar Oré, il baritono Yoshitaka Murata, il direttore del coro Mirca Rosciani. Eccelsa l’esecuzione della fantastica orchestra sinfonica G. Rossini presente, a cui si è unito a tratti  il Coro Teatro della Fortuna M. Agostini e Coro Ikeda Riyoko to Barano muse tachi. Al concerto hanno presenziato due importanti emittenti televisive giapponesi: NHK (rete nazionale ) e Tokyo TV.  Il Produttore generale dell’evento: Shimba Masahiro.

In prima fila, nelle poltrone centrali, ad applaudire e commuoversi tra i numerosissimi ospiti presenti, svettavano le presenze dell’Ambasciatore del Giappone presso la Santa Sede S.E. Signor Yoshio Matthew Nakamura (con Signora) e di  Sua Eminenza Cardinale Francesco Monterisi.

Quando le note risuonano nell’aria perfette, vibranti ed avvolgenti, danzando con il cuore dei presenti cosi’ come in quello dei protagonisti – come è stato in questa occasione – quelle note continuano a restare nei ricordi  di chi c’era anche quando la musica finisce.

Viva la Pace. Viva il valore prezioso delle commemorazioni.

Lisa Bernardini

Nella foto, la soprano Yasko Fujii sorride ai fotografi durante i saluti finali





Top