Commissariamento FIGC, qui ricomincia l'avventura - L'Eco Del Litorale | Notizie online




Editoriale del Direttore

Commissariamento FIGC, qui ricomincia l’avventura

Come onestamente pensavo è andata. Diciamo che a Roberto Fabbricini è toccata in sorte una ulteriore sfida, proprio quando riteneva di averne conclusa un’altra, anch’essa inattesa , dal 2013, quando il neo eletto Presidente del CONI, Malagò, gli chiese di assumere la segreteria generale. Il compito di rimettere in carreggiata la Federcalcio non è una passeggiata, ma non mancano le condizioni per farlo con profitto, proprio perché si riparte nella certezza che la crisi non è risolvibile con semplici palliativi. A Roberto, dunque, ricordo il successo che ottenne il suo predecessore Bruno Zauli e invio un tradizionale quanto mai opportuno “in bocca al lupo!” … .E’ Roberto Fabbricini, segretario generale del Coni, il commissario straordinario della Figc dopo la mancata elezione del presidente federale. Billy Costacurta e Angelo Clarizia sono i due sub commissari della Figc che affiancheranno Roberto Fabbricini. Li ha nominati la giunta esecutiva del Coni. Completano la squadra Massimo Proto, ordinario di diritto privato, e Alberto De Nigro, già presidente del collegio dei revisori dei conti del Coni. Non hanno un ruolo specifico, ma su proposta del presidente Malagò la giunta ha approvato il loro coinvolgimento nel team che ha a capo Fabbricini, e i due vice commissari, l’ex calciatore Costacurta e Clarizia.

“Abbiamo la coscienza a posto”: così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, in conferenza stampa, prima di annunciare la nomina di Roberto Fabbricini commissario straordinario della Figc. “Non sarebbe stato serio se io avessi cambiato i miei programmi, tra Olimpiadi imminenti, CIO e sponsor, per assumere questo incarico e rappresentare la giuste istanze del calcio”. Il commissariamento, ha fatto sapere Malagò, “durerà sei mesi e al momento non sappiamo se saranno sufficienti o dovremo prorogarli”.

“Ritengo che questa sia la strada migliore, quella giusta. Il criterio è chiaro: queste persone hanno un connotato, nessuno ha ruoli precedenti con la Figc. C’è una discontinuità con la governance e sui loro nomi la Giunta ha dato mandato pieno, condiviso e compatto”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, alla conferenza stampa seguita alla Giunta straordinaria che ha nominato Roberto Fabbricini commissario della Federcalcio, Alessandro Costacurta e Angelo Clarizia vice commissari. “Dobbiamo evitare – ha aggiunto Malagò – che quando si concluda questo commissariamento, si possa rischiare di far ritrovare Figc in situazioni analoghe a questa”

Fabbricini, nominerò Malagò commissario Lega A – “Non nascondiamoci dietro un dito, il Coni deve metterci la faccia. Il mio primo atto ufficiale da commissario della Federcalcio sarà nominare Giovanni Malagò commissario della Lega di serie A”. Lo ha detto Roberto Fabbricini, neo-commissario della Figc. “Ci sono tanti argomenti sul tavolo, ho una grande squadra con cui lavorare per dare al calcio il ruolo che merita”. Così il neo commissario della Figc, Roberto Fabbricini, in conferenza stampa subito dopo la sua nomina. “Una cosa sola voglio precisare – ha aggiunto Fabbricini – quando ha cominciato a circolare il mio nome, ho sentito mormorii come se fossi una persona nuova di questo mondo, quasi un parvenu. Io non sono un carneade”, ha detto Fabbricini che ha anche voluto salutare Azeglio Vicini, l’ex ct scomparso ieri.

Ruggero Alcanterini

(Direttore responsabile de L’Eco del Litorale)





Top