Piano di controllo straordinario del territorio: 5 arresti a Roma - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Cronaca

Piano di controllo straordinario del territorio: 5 arresti a Roma

I Carabinieri di Roma hanno concluso un piano di controllo straordinario del territorio che, a partire dalla sera dello scorso venerdì fino alle prime luci dell’alba di oggi, ha portato all’arresto di 5 persone.
Le decine di militari che si sono avvicendati prendendo parte all’attività, hanno attentamente vigilato affinché in città non si verificassero fenomeni di illegalità e di degrado, ponendo particolare riguardo sul fenomeno dello spaccio di droga, soprattutto tra i giovani.
In questo contesto, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste, al culmine di un rocambolesco inseguimento, hanno ammanettato un 21enne romano, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.
I militari, durante un posto di controllo allestito in viale Alessandrino, hanno notato sopraggiungere un’utilitaria con a bordo due giovani e hanno deciso di far scattare una verifica. Per tutta risposta, il conducente, con una manovra azzardata, ha tentato di eludere il controllo dei militari provocando un incidente, fortunatamente di lieve entità, con un’altra vettura.
A quel punto il guidatore, approfittando del parapiglia, è riuscito a fuggire mentre il passeggero 21enne è stato bloccato dai Carabinieri. Nell’abitacolo, i militari hanno rinvenuto una busta contenente circa 400 gr. di cocaina, alcune decine di dosi di hashish e 370 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio. L’arrestato è stato portato in caserma in attesa del rito direttissimo: i Carabinieri sono tuttora sulle tracce del fuggitivo.
Poco dopo, in via Guido Calcagnini, i Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato hanno arrestato un ragazzino romano di 15 anni, con precedenti, sorpreso in strada con  5 gr. di marijuana in tasca. La perquisizione scattata nella sua vicina abitazione, ha consentito ai Carabinieri di recuperare altri 16 gr. di marijuana, 100 gr. di hashish e circa 300 euro ritenuti provento della sua illecita attività. Il giovane pusher è stato portato nel Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli, dove attende le disposizioni dell’Autorità Giudiziaria.
In via Giolitti, sono finiti nei guai altri due giovani: un ragazzo tunisino di 18 anni è stato  arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma piazza Dante poiché, a seguito di un controllo, mentre era in compagnia di un suo conoscente egiziano di 17 anni, è stato trovato in possesso di 10 gr. di marijuana. Il 18enne è stato portato in caserma con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: il suo amico egiziano, denunciato a piede libero per lo stesso reato, a seguito di approfondite verifiche è risultato essere destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale dei Minorenni con l’accusa di rapina. Il ragazzino sconterà 30 giorni di reclusione nell’Istituto Minorile di Casal del Marmo.
Infine, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato un cittadino marocchino di 33 anni, nella Capitale senza fissa dimora, “pizzicato” in largo degli Osci in possesso di 20 gr. di hashish e 140 euro in contanti ritenuti frutto della sua attività illegale.
La sua “notte brava” si è conclusa nelle camere di sicurezza della caserma dei Carabinieri, dove rimane in attesa del rito direttissimo.







Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi