Settimana della Memoria, oggi le cerimonie commemorative ad Aprilia e Lanuvio - L'Eco Del Litorale | Notizie online








aprilia

Settimana della Memoria, oggi le cerimonie commemorative ad Aprilia e Lanuvio

Hanno avuto luogo questa mattina, nell’ambito della seconda giornata di celebrazioni per il 74esimo Anniversario dello Sbarco Alleato, le visite commemorative ad Aprilia e Lanuvio previste nel calendario del Circuito della Memoria.

Alla prima cerimonia, presso il Graffio della Vita, monumento ai Caduti inaugurato nel 2011 a Campo di Carne, ha preso parte tra gli altri il Signor Prefetto di Latina, dottoressa Maria Rosa Trio.

Alla manifestazione hanno partecipato in veste ufficiale, con la presenza del Gonfalone, i Comuni di Aprilia, Lanuvio, Anzio e Nettuno, le Autorità Militari, Civili e Religiose, le rappresentanza delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, delle Associazioni di volontariato, del Comitato di Quartiere Campo di Carne, del Centro Anziani locale, nonché gli alunni della Scuola Primaria Lanza e dell’istituto comprensivo Antonio Gramsci.

A seguire, hanno avuto luogo le visite commemorative in Via dei Pontoni (località Buon Riposo ad Aprilia) al Monumento alla Memoria del Tenente Eric Fletcher Waters e dei Caduti dello Sbarco rimasti senza Sepoltura, quindi in Piazza Berlinguer (località Campoleone sul territorio comunale di Lanuvio) presso il Monumento ai Caduti.

Alle prime ore della giornata odierna, inoltre, sono partiti gli studenti di Aprilia facenti parte della delegazione scolastica pontina che prenderà parte il prossimo 27 gennaio alla Giornata della Memoria presso il campo di concentramento di Auschwitz, simbolo dell’Olocausto nazista, nella ricorrenza della riapertura dei suoi cancelli. Lo stesso giorno, alle ore 10 presso il Teatro Ponchielli di Latina, è in programma una cerimonia commemorativa promossa dalla Prefettura nel corso della quale agli eredi dello stimato concittadino apriliano Tersilio Carnevali (oggi deceduto) sarà conferita la Medaglia d’onore che il Presidente della Repubblica concede ai cittadini italiani, militari o civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.







Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi