Nettuno, Assessorato e Ufficio Ambiente: dati su riduzione indifferenziato e aumento raccolta differenziata in Città - L'Eco Del Litorale | Notizie online


nettuno

Nettuno, Assessorato e Ufficio Ambiente: dati su riduzione indifferenziato e aumento raccolta differenziata in Città

L’Assessore all’Ambiente Daniele Mancini ha relazionato nel Consiglio Comunale del 30 Novembre rispetto all’ampia politica ambientale condotta finora e al progetto sperimentale “Nettuno Città Pulita” che, durante l’estate 2017, è stato avviato con l’obiettivo di informare e sensibilizzare popolazione – turisti e cittadini – e attività commerciali supportando al contempo azioni di tutela e valorizzazione del decoro urbano e della salubrità ambientale, grazie al coinvolgimento di cinque guardie giurate – appositamente formate – impiegate nelle zone interessate dal progetto.

Grazie a “Nettuno Città Pulita” l’Assessore ha informato che – fra gli altri obiettivi raggiunti – si è risolta definitivamente l’annosa problematica di via della Fontana che era diventata un luogo usato da troppi per abbandonare i rifiuti in modo indiscriminato in pieno centro Città. Nelle diverse zone interessate dal Progetto sono stati raggiunti ovunque risultati di contrasto all’abbandono dei rifiuti così tutelando e valorizzando anche l’immagine cittadina durante una stagione turistica che ha attratto molte persone nell’estate nettunese.
L’Assessore ha illustrato anche i dati relativi ad una politica ambientale globale che ha portato a ridurre in percentuale le tonnellate di rifiuti indifferenziati raccolti aumentando, al contempo, la percentuale di differenziata grazie alla risposta sempre crescente dei cittadini su questo impegno di salvaguarda della salute pubblica cui l’Amministrazione Casto ha scelto di dare un forte input di crescita e una costante attenzione.

Questi i dati presentati dall’Assessore Mancini che fanno sintesi dell’operato e dei risultati in termini di raccolta di rifiuti indifferenziati e di crescita della raccolta differenziata sul territorio comunale.

Nella tabella seguente sono riportate le tonnellate di rifiuti indifferenziati totali raccolti e conferiti presso l’impianto RIDA Ambiente:
DATI

Anno/mese Giugno  Luglio Agosto Settembre
2014 852  1068  1122 912
2015 1038 1310 1306 1006
2016 1186 1097 1191 1051
2017 1025 1141 1202  881

Ha così affermato l’Assessore commentando i dati: “Considerando che nel periodo estivo è fisiologico e naturale che i rifiuti in generale aumentino, e premesso che la quantità totale dei rifiuti nell’anno 2017 è aumentata rispetto all’anno scorso, abbiamo monitorato le quantità di rifiuti durante l’anno corrente. Dalla base statistica costituita dagli anni 2014 – 2015 e 2016, abbiamo calcolato la media dei rifiuti indifferenziati in tonnellate per i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre” di cui si riportano i dati a seguire:

DATI

Giugno Luglio Agosto Settembre
Media rifiuti conferiti in tonnellate 1025 1158  1206 989

A giugno 2017 – ha aggiunto l’Assessore rispetto ai risultati raggiunti con impegno e lavoro anche degli Uffici – i rifiuti conferiti coincidevano proprio con la media calcolata, dunque 1025 tonnellate: è stato quindi a giugno che abbiamo deciso di mettere in atto una campagna di sensibilizzazione per evitare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti indifferenziati. Intuendo l’andamento è stato deciso di far partire il progetto “Nettuno Città Pulita” a fine Luglio. A luglio la media è di 1158 ton e le tonnellate raccolte a luglio 2017 sono state 1141 ton. Valore ancora paragonabile alla media. Confrontando inoltre luglio del 2016, con luglio 2017, sono state prodotte + 44 tonnellate di rifiuti indifferenziati. Analizzando il mese di Agosto, a progetto in corso, abbiamo appreso che la media era di 1206 tonnellate contro le 1202 tonnellate raccolte. Quindi seppur rimanendo pienamente nella media, rispetto all’agosto 2016 sono state prodotte solo +11 tonnellate, riducendo ad un quarto il gradiente del trend di crescita dei rifiuti indifferenziati. Arrivando a settembre 2017, sono state prodotto 881 tonnellate, quindi ben 108 tonnellate in meno rispetto alla media di settembre (pari a 989 ton) e ben 170 tonnellate in meno rispetto a settembre dell’anno prima (1051 tonnellate)”.







Top