Ardea, firmata convenzione quadro tra Comune e guardie ambientali - L'Eco Del Litorale | Notizie online


ardea

Ardea, firmata convenzione quadro tra Comune e guardie ambientali

E’ stata firmata ieri ad Ardea la convenzione quadro tra il Comune e le associazioni di volontariato che si occupano di vigilanza ambientale. Si tratta di un atto che ne regolamenta i rapporti e che è stato firmato dal comandante della polizia locale Giuseppe Sciaudone e da Angez, Guardie ambientali, Guardia nazionale ambientale, Earth, Norsaa e Spca Italia protezione ambientali. L’atto disciplina come i decreti che saranno dati ai volontari porterà loro ad occuparsi della vigilanza per la prevenzione e la constatazione degli illeciti sulla raccolta differenziata, sugli illeciti in materia di protezione degli animali, della tutela ambientale e di decoro urbano, vigilanza ittica e protezione civile. Gli operatori svolgeranno la loro attività a titolo gratuito. In caso di constatazione di violazioni per il mancato rispetto della raccolta diffenziata e decoro urbano gli operatori redigeranno verbali di constatazione che saranno inviati alla polizia locale per gli ulteriori adempimenti. Per violazioni in materia di zoofilia, attività ittiche e venatorie, invece, potranno agire con tutti i conseguenti poteri di accertamento, identificazione e sanzionatori. I volontari collaboreranno anche – con funzioni ausiliarie – nelle opere di soccorso e calamità e di emergenze, oltre che in caso di manifestazioni, eventi e cerimonie. Alla cerimonia ha preso parte, oltre al sindaco Mario Savarese, anche l’assessore alla Sicurezza Domenico Vozza. Tra i presenti, anche il vicesindaco Ugo Bonaccorso, l’assessore al Bilancio Giovanni Colucci e il consigliere comunale Anna Maria Tarantino. “E’ un atto importante che va a sancire la collaborazione tra l’amministrazione e le associazioni volontarie di guardie ambientali – ha detto il sindaco – Stiamo lavorando al nuovo appalto per la raccolta dei rifiuti che impatterà molto sulla vita quotidiana di tutti. Oltre al ‘Porta a porta’ già sperimentato andremo incontro all’informatizzazione per seguire il principio ‘Chi sporca paga’. La formazione e l’educazione dei cittadini sono elementi fondamentali”. “Sono soddisfatto di questo risultato. Siete per noi un’interfaccia privilegiata che deve prima educare il cittadino e poi, laddove la situazione diventa insostenibile, far sanzionare da parte dell’autorità pubblica – ha detto Vozza ai volontari – L’associazionismo è un fenomeno importante perché punta su educazione, prevenzione, rispetto dell’ambiente e della persona. Possono sembrare concetti già chiari ma, purtroppo, ancora non lo sono”.







Top