Anzio, biblioteca comunale di Villa Adele: ecco il programma dei concerti ad ingresso libero dal 21 novembre al 19 dicembre - L'Eco Del Litorale | Notizie online


anzio

Anzio, biblioteca comunale di Villa Adele: ecco il programma dei concerti ad ingresso libero dal 21 novembre al 19 dicembre

Dal 21 novembre al 19 dicembre, presso la Biblioteca Comunale del Comune di Anzio – sezione Mediateca, al via i concerti di musica classica, popolare, jazz, con un evento particolarmente dedicato ai più piccoli previsto per il 13 dicembre. Tutti gli eventi, che si terranno sempre alle ore 18.00, sono ad ingresso libero.

Il calendario dei concerti:

Concerto 21 novembre ore 18.00

Il Trio Sol Mexicano, nasce con l’idea di diffondere la cultura latino-americana che comprende Messico, Cuba, Venezuela, Colombia, Perù e anche Argentina e Brasile. Questa contaminazione di varie nazionalità riesce a creare un linguaggio musicale del tutto innovativo dettato dall’improvvisazione e da una costante ricerca sonora. Ovunque si esibisca il trio porta con sé colore e allegria, elementi caratteristici della cultura latino-americana.

Il corposo curriculum del Sol Mexicano comprende numerosi concerti in Italia e all’estero; le trasmissioni televisive Rai e Mediaset (I fatti vostri, Alle falde del Kilimangiaro, Il grande fratello, Amore); le fiction (Vita di Giovanni Paolo II, Doc West, Oggi sposi); i festivals di musica etnica di Milano e Firenze; il Trento Film Festival; i Concerti in Vaticano; la partecipazione al film premio Oscar “La grande Bellezza”.

Il trio è composto da:

Pedro Requena  voce e guitarron

Alberto Rivas    voce e vihuela

Dashmir Hoxha violino

Concerto 28 novembre ore 18.00

Antonio D’Augello  chitarra

Andrea Gianolla  clarinetto

Antonio D’Augello, premiato in diversi concorsi nazionali, ha tenuto concerti in Francia, Germania, Grecia, Russia, USA e per importanti associazioni concertistiche italiane, ha curato prime esecuzioni di diversi compositori italiani editi da Raitrade. Ha registrato per la radio tedesca del Saarland e sue interpretazioni sono state trasmesse da Rai Radiotre e da Raidue.

Nel 2006 con il flautista Andrea Ceccomori ha pubblicato un CD per le etichette Raitrade e Rara, accolto favorevolmente dalla critica discografica nazionale e presentato in concerto in diverse università degli USA.

Nel 2011, in qualità di solista, ha pubblicato il CD “Millenovecentoduemila” per la rivista “Guitart” presentato nella trasmissione “Primo Movimento” di Radio Tre. È stato prima parte dell’Insieme Cameristico Italiano, ha collaborato con il gruppo Artisanat Furieaux, con i chitarristi Eugenio Becherucci e Andrea Botto, con la pianista Mariateresa Chillemi, il violinista Dashamir Hoxha, con il poeta Franco Falasca e l’attrice Elsa Fonda. Da diversi anni ha rivolto i suoi interessi nel campo della didattica chitarristica, curando, con Pino Di Prospero, pubblicazioni per le edizioni “College music” e “Ut Orpheus” e tenendo conferenze presso Conservatori e Università. Ha insegnato “Metodologia dell’insegnamento della chitarra” al Conservatorio “L. Refice” di Frosinone e attualmente è docente di Chitarra.

Andrea Gianolla, clarinettista, ha seguito vari corsi di perfezionamento musicale, tra i quali quelli tenuti da Antony Pay e Gaetano Russo. Ha suonato per numerose associazioni musicali in Italia, Svizzera e Germania come solista, in varie formazioni cameristiche e con orchestre da camera e sinfoniche.  Ha partecipato a numerosi concorsi classificandosi sempre ai primi posti e riscuotendo unanimi consensi.  Ha conseguito il diploma in “Didattica della Musica” presso il Conservatorio di Musica “O. Respighi” di Latina.

Collabora con lAssociazione Musicale “Marco Lo Russo Music Center” nella progettazione e realizzazione di eventi; in qualità di sound engineer, ha collaborato con il M° Lo Russo per la preparazione di musiche per spettacoli teatrali tra i quali “Tamara la Femme d’or”, vita ed amori di Tamara Lempicka, con !Isabel Russinova, testo e regia teatrale di Mario Moretti, e “In Scena”, testo di R. Familiari con Mita Medici per la regia di Manuel Giliberti.

L’interesse storico e la volontà di sperimentare nuovi percorsi sonori hanno portato Andrea Gianolla e il fisarmonicista Marco Lo Russo ad affrontare un vasto repertorio musicale che spazia dal periodo barocco ai nostri giorni. Inoltre suona in varie formazioni cameristiche spaziando dal repertorio classico alla musica klezmer, nella continua ricerca della valorizzazione del clarinetto e nella sua ricerca sonora. È docente di clarinetto.

L. van Beethoven  5 Danze Tedesche (1770-1827)

L. Brower Elogio de la danza (1939)

I. Stravinskij  Tre pezzi per clarinetto (1882-1971)

J. Küffner Serenata op. 68 (1776-1856)

A. Piazzolla   Café 1930

Nightclub 1960 (1921-1992)

Concerto 6 dicembre  ore 18.00

Duo Francesco De Felice, flauto e Christina Vohralik, pianoforte.

Programma:

-Mozart, Sonata k14

-Donizetti, Sonate in sol e in do

-Doppler, Fantasia pastorale ungherese

-Debussy, La plus que lente

-Chaminade, Concertino op.107.

Concerto 7 dicembre ore 18.00

Effebì Duo 

Francesca Bagno-voce- Mauro Miletta- chitarra acustica e looper

Il Duo nasce nel 2010, con l’intenzione di proporre arrangiamenti in chiave acustica di pezzi rappresentativi delle varie ere musicali, dal 1940 ad oggi, spaziando dal jazz al blues, pop, dance, new wave, rock. Alcuni degli autori e cantanti: Burt Bacharach, Stevie Wonder, Otis Redding, Carole King, Elvis Presley, Jefferson Airplane, Nile Rodgers, Prince, Tori Amos, Foo Fighters, Ultravox, The Who, Beatles, Lucio Battisti, Mina, Patti Pravo. Un mix a 360° sulla musica moderna internazionale.

Il duo dispone, oltre alla voce e alla chitarra acustica anche di un looper che serve a dare un ulteriore sviluppo armonico in quanto emette delle tracce audio di chitarre preregistrate (in tempo reale o in studio) che contribuiscono a creare un più ampio tessuto armonico per dare miglior sostegno musicale alla splendida voce della cantante Francesca Bagno, nota negli ambienti rock italiani ma anche nel jet set romano per le numerose performances insieme al chitarrista Mauro Miletta ( ha collaborato con Pierangelo Bertoli, Audio 2, Rondò Veneziano, Fred Bongusto).

Concerto 12 dicembre ore 18.00

L’Arte dell’improvvvisazione.

Il quartetto propone un intrattenimento basato sulla pura improvvisazione che partendo dai classici brani del panorama jazzistico arriva ad affrontare temi del tutto originali composti e arrangiati dal quartetto stesso.

Musiche di: Gershiwin, Kosma, Jobim, Martino, Canini

Cristiano Capobianco            batteria

Mauro Cerizza                       contrabbasso

Ivan Ricchiuto                       chitarre

Gino Canini                           tromba e flicorno

 

Concerto 13 dicembre  ore 18.00

Quintetto di fiati Prokofiev

Francesco De Felice, flauto -Linda Carretta, oboe -Giuseppe Saggio, clarinetto -Simone Durante, fagotto -Giuseppe Nola, corno.

Programma: Prokofiev, Pierino e in lupo -Fiaba musicale per voce narrante e Quintetto di fiati (trascr. J. Linckelmann).

Pierino di Prokofiev sarà preceduto da due brani musicali da definire.

Concerto 19 dicembre ore 18.00

Quando il jazz incontra la musica elettronica                                                                              

Il nostro cervello è una macchina fantastica ed è costituito da miliardi di cellule nervose che interagiscono ad ogni stimolo sonoro esterno. La percezione del suono che avviene mediante l’organo uditivo si traduce così in impulso elettrico con i processi di codificazione e rielaborazione, facendo attivare il nostro organismo “tutto” e rendendolo sensibile a vari stati emotivi. Questa reazione dovuta alle qualità del suono, intensità, altezza e colore, opportunamente amalgamate al “beat” ritmico sarà capace di esaltare le sfere sensoriali dell’esecutore e dell’uditore. Ne risulterà un’esecuzione, mai uguale a sé stessa, che troverà ispirazione nella diversità del luogo della “performance” e dalla curiosità degli ascoltatori che insieme determineranno un universo sonoro in costante movimento.

La performance è composta da brani originali, scritti e arrangiati dalla band.

Stefano Pannunzi tastiere

Ivan Ricchiuto     chitarre

Gino Canini         tromba







Top