Microcredito, un convegno a Pomezia per parlare di lavoro e futuro - L'Eco Del Litorale | Notizie online








economia

Microcredito, un convegno a Pomezia per parlare di lavoro e futuro

“Creare il lavoro per costruire il futuro. Parliamo del microcredito” è il titolo del convegno in programma lunedì 20 novembre a Pomezia, alle ore 17,45, presso l’Hotel Enea, in via del Mare 83.
L’incontro, patrocinato dall’Ente Nazionale per il Microcredito, intende far conoscere alla cittadinanza le opportunità di sviluppo di cui possono usufruire la piccola imprenditoria e il lavoro autonomo accedendo al microcredito, strumento che ha tra i suoi obiettivi anche la lotta alla povertà e l’inclusione finanziaria dei soggetti più deboli. In particolare, il sostegno è rivolto alle categorie sociali definite “non bancabili” a causa della mancanza o carenza di garanzie da offrire al sistema bancario tradizionale.


Relatori del convegno saranno Mario Baccini, presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito; Gianluca Lega, presidente dell’associazione “Prima”, che ha organizzato l’evento; Andrea Ruggeri, fondatore dell’associazione “Grande Pomezia”; Luca Vita, presidente di “Riparo”, società cooperativa agricola e Silvia Cerfeda, dell’omonimo Studio Legale.

L’Associazione “Prima” è una nuova realtà costituita da giovani professionisti e imprenditori di Pomezia, che ha lo scopo di promuovere iniziative in vari settori (aree produttive; collaborazione pubblico/privato; ambiente; sicurezza; accesso al credito; scuole professionali) collaborando con tutte le componenti del sistema economico e sociale presenti nel Paese e sostenendo, senza per questo sovrapporvisi, le attività svolte dalle associazioni di categoria e dalle Istituzioni.



Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi