Al “Castello dei sapori buoni” spuntano le maschere di Halloween - L'Eco Del Litorale | Notizie online


Attualità

Al “Castello dei sapori buoni” spuntano le maschere di Halloween

La festa di Halloween e il suo fascino misterioso saranno di scena oggi, 31 ottobre e domani, 1 novembre, al Castello di Santa Severa, dove sono in programma un laboratorio ludico-didattico riservato ai bambini e un viaggio all’interno delle stanze del castello, alla scoperta dei suoi segreti, appositamente studiato per gli adulti.
L’appuntamento si inserisce nell’ambito della prima rassegna enogastronomica dedicata al territorio, alle sue tradizioni e innovazioni, dal titolo “Il Castello dei sapori buoni”, inaugurata in questi giorni e che si concluderà domenica 5 novembre con una serie di gustosi eventi di danza medievale, concerti, teatro e lezioni di yoga.

Castello di Santa Severa

Il progetto nasce da un’azione sinergica tra la Regione Lazio, il Comune di Santa Marinella, LazioCrea e Coopculture e coinvolge la Soprintendenza per le belle arti e il paesaggio del Lazio, oltre ad associazioni culturali ed aziende che operano nel turismo e che appartengono alla filiera agroalimentare del territorio (ci si può informare a questo link).

I visitatori (l’entrata al castello è gratuita) potranno degustare prodotti del Lazio, biologici e a chilometro zero e assistere all’esecuzione dal vivo di ricette del territorio.

A guidarli in questi percorsi ci saranno esperti nel settore dell’accoglienza e dei servizi educativi, della storia dell’alimentazione e dell’enogastronomia, archeologi e storici dell’arte e sommelier (FISAR, Federazione italiana sommelier albergatori e ristoratori).

Ogni giorno dalle ore 10,30 alle ore 16 sono previste assaggi di prodotti tipici presso gli spazi del Caseggiato dei sapori buoni, accanto al vicolo del Bacio. In orario di apertura del complesso monumentale del Castello, presso il primo piano della Buvette del Museo Civico del Mare e della Navigazione Antica, avrà luogo la vendita di vini, formaggi, salumi e dolci, che potranno essere trasportati con dei cestini da pic-nic (si possono noleggiare presso la Buvette). I prodotti acquistati, poi, chi vorrà potrà consumarli presso l’area ristoro appositamente allestita vicino le mura a destra dell’ingresso del Borgo.
Sono in programma, infine, una serie di racconti associati a un’esperienza e a un prodotto del territorio, un ricco palinsesto di visite guidate, laboratori per bambini e adulti, itinerari tematici, performance musicali, pièce teatrali, incontri con ristoratori e cuochi del territorio alla scoperta di ricette tradizionali e segreti di piatti celebri del Lazio.



Top