Aprilia - Valorizzazione delle aree ex Cef e Coof e dell’area di Campoverde di proprietà dell’Arsial, approvato il protocollo d’intesa - L'Eco Del Litorale | Notizie online




Attualità

Aprilia – Valorizzazione delle aree ex Cef e Coof e dell’area di Campoverde di proprietà dell’Arsial, approvato il protocollo d’intesa

L’Amministrazione Comunale, con deliberazione di Giunta n. 211 del 12 luglio 2016, ha approvato il protocollo d’intesa che il Comune di Aprilia sottoscriverà con l’Arsial per la valorizzazione delle aree ex Cef e Coof e dell’area di proprietà della stessa Arsial in località Campoverde.

L’iniziativa, inserita in un più esteso ambito di rilancio economico e produttivo della borgata storica (che comprende anche il polo fieristico e l’ostello di Capanna Murata), parte dagli obiettivi del progetto Agri Maps, predisposto dal Comune di Aprilia in partenariato con altri enti pubblici ed aziende, per creare un polo per il turismo sostenibile ed una nuova area tecnologico-produttiva di sviluppo per le eccellenze agricole, di trasformazione agroalimentare, florovivaistiche ed enogastronomiche.

Successivamente, il Comune di Aprilia ha formalizzato la volontà di avviare un progetto di valorizzazione delle aree ex Cef e Coof e dell’area in località Campoverde di proprietà dell’Arsial. Quest’ultima ha inteso di condividere, di concerto con la Regione Lazio, le proposte di valorizzazione e di sviluppo formulate dall’Amministrazione Comunale.

Riguardo le aree di Campoverde, il Comune di Aprilia si impegna a promuovervi la realizzazione di interventi per valorizzare il polo fieristico già esistente, al fine di creare un’area di sviluppo commerciale e del territorio.

Per quanto concerne invece le aree ex Cef e Coof, l’ente comunale promuoverà un progetto di valorizzazione e promozione della produzione ortofrutticola locale ed in particolare del kiwi, prodotto tipico del territorio, che renderà possibile realizzare un polo agricolo a supporto delle realtà agroindustriali esistenti che si porrà, altresì, come polo logistico, di trasformazione agroindustriale.

“Dopo l’affidamento del polo fieristico – ha commentato l’Assessore con deleghe di competenza Vittorio Marchitti – questa è la seconda azione di recupero di Campoverde quale ottimo motore economico della Città. Il progetto per la riqualificazione del quadrante territorio si chiuderà con la definizione di Capanna Murata, la terza azione posta in essere dall’Amministrazione. Oggi assumiamo l’obiettivo di valorizzare gli immobili di proprietà di Arsial, attraverso avvisi pubblici di manifestazione di interesse per i progetti e le attività che rappresentano la vocazione originaria di Campoverde. Il pensiero, in particolare, è rivolto al settore del kiwi e alla produzione florovivaistica. In questo modo, tra l’altro, rispondiamo anche alla duplice esigenza di sottrarre siti dismessi al degrado e, a lungo termine, salvaguardare la frazione da futuri appetiti speculativi. Per l’esito positivo della nostra interlocuzione con Arsial dobbiamo ringraziare il suo Commissario, dottor Antonio Rosati, e i due Assessori regionali che hanno contribuito a rendere attuabile l’idea, prima Sonia Ricci ed oggi Carlo Hausmann”.

Top